Lunigiana Archeologica e Golosa


Programma Escursione

In mattinata visitiamo l’area archeologica di Luni, al confine tra Liguria di levante e alta Toscana: la colonia romana, fondata nell’anno 177 a.C. dai romani dopo la vittoria sui Liguri Apuani, fu per secoli una città ricca e prospera grazie soprattutto alla posizione strategica del suo porto, importantissimo scalo mercantile e punto di imbarco dei preziosi marmi bianchi provenienti dalle Alpi Apuane, tanto da essere definita ancora nel V secolo d.C. “la splendente sorella del sole”, città bianchissima (Splendida Civitas). Un lento ma inesorabile declino portò Luni alla decadenza e, nel corso del Medioevo, la città fu abbandonata. Si visiteranno il Foro, il Capitolium, il Grande tempio dedicato alla Dea Luna-Diana, le sezioni museali dedicate ad affreschi e mosaici che ornavano le ricche abitazioni cittadine (Domus dei Mosaici, Domus degli Affreschi, Domus di Oceano); ma il cuore della nostra visita è l’ingresso al grande ellisse dell’anfiteatro, ancora in buona parte conservato.

In seguito, sosta e visita a Bottega Enogastromomica con degustazione dei  prodotti tipoici quali la  Torta di erbi. di patate, barbotta ( torta di mais e cipolle ), Salumi ( mortadella della Lunigiana, salame, filetto ) formaggio (Caciotta di mucca ) e vino locale a buffet.Possibilità di acquistare, oltre ai prodotti sopramenzionati, anche Miele, Farina di castagne locali.

Proseguimento  per Sarzana, nata come borgo fortificato e divenuta libero Comune nel XII secolo, diviene la città più importante della Val di Magra a partire dal 1204, quando Luni viene definitivamente abbandonata. A lungo contesa da Pisani, Lucchesi, Fiorentini e Genovesi; questa piccola città sviluppata lungo la via Francigena ed era interamente cinta da mura bastionate e protetta da due imponenti Fortezze Rinascimentali, il forte di Sarzanello (in collina, visitabile su richiesta) e la Cittadella (presso la Porta Romana). Entriamo in città proprio a Porta Romana ed i bastioni della Cittadella fatta edificare da Lorenzo il Magnifico (anticamente chiamata Firmafede dai Pisani) raggiungiamo la grandiosa Cattedrale di Santa Maria Assunta: tra le numerose opere d’arte da non perdere gli straordinari altari quattrocenteschi del transetto (ancone dell’Incoronazione e della Purificazione), la cappella delle reliquie con opere del pittore Domenico Fiasella (detto il Sarzana) che conserva il “Preziosissimo Sangue”, ma soprattutto lo stupefacente crocifisso del Maestro Guglielmo, firmato e datato al 1138, la più antica croce dipinta italiana.

Quota di partecipazione per gruppi ed individuali su richiesta. 



Offerte e destinazioni



Contattaci

Per informazioni su viaggi ed offerte in Italia, programmazione itinerari ed escursioni per agenzie viaggi, pacchetti turistici per individuali, servizi guidati in città d'arte per gruppi, compilate il modulo di contatto:





Trattamento dei dati:
Concedo il consenso *

Informativa estesa sull'uso dei cookies