20 Years 1998-2018
Venezia Segreta e l' Antico Ghetto Ebraico  Venezia Segreta e l' Antico Ghetto Ebraico  Venezia Segreta e l' Antico Ghetto Ebraico


Venezia Segreta e l' Antico Ghetto Ebraico


Questi itinerari sono interessanti proposte da poter effettuare nei pomeriggi infrasettimanali e la domenica per le associazioni e i gruppi che dopo il Tour classico di Venezia da svolgere durante 3 ore mattino vogliono proseguire alla scoperta dell’ “altra Venezia” 

IL SESTIERE DI CANNAREGIO E LO STORICO GHETTO VENEZIANO  
Un itinerario con svolgimento ad esclusione della giornata di sabato che porta alla scoperta della ricca storia etnico religiosa di Venezia, visiteremo infatti le sinagoghe del primo ghetto al mondo, quello veneziano appunto. Il tour continua con una passeggiata in uno dei sestiere più autentici e popolari della città, Cannaregio. Il  primo Ghetto Ebraico fu istituito durante il governo della Serenissima Repubblica Veneziana nel 1516, in una piccola isola del sestiere di Cannaregio, una zona della città dove erano attive molte fonderie. Proprio dal veneziano getar, che significa fondere, deriva il termine ghetto, usato per la prima volta a Venezia per indicare la zona nella quale furono confinati gli ebrei fino alla caduta della Repubblica e all’arrivo di Napoleone, nel 1797. A Venezia la zona del ghetto ebraico era delimitata da cancelli e gli abitanti non potevano uscire dal tramonto all’alba. Gli ebrei, emarginati dalla società per ragioni economiche e religiose, potevano svolgere solo poche professioni come prestare denaro e gestire il banco dei pegni, attività che ai nobili veneziani erano interdette per motivi religiosi.
Il termine ghetto si diffuse poi in tutte le città d’Europa per indicare i quartieri di segregazione degli ebrei. Infatti, allo scopo di contenere il maggior numero di persone in uno spazio limitato, le case del ghetto ebraico si svilupparono in altezza, dando origine a palazzi alti fino a otto piani e con i soffitti più bassi della media.
All’interno del ghetto gli ebrei si organizzarono in cinque diverse schole che divennero altrettante sinagoghe: la Scola Grande Tedesca, la Scola Canton, la Scola Italiana, la Scola Levantina e la Scola Spagnola, la più grande e la più conosciuta. Le cinque sinagoghe del Ghetto ebraico di Venezia, oggi restaurate e aperte ai turisti per le visite guidate, sono le più antiche d’Europa. Nel Ghetto Novo si può visitare invece il Museo Ebraico di Venezia, aperto nel 1955 dalla Comunità Ebraica veneziana e arricchito nel 1986 da alcune donazioni, dove sono esposte stoffe ornamentali, libri e oggetti sacri usati durante le cerimonie religiose.
Sosta in Bacaro: per pranzo veloce con ombre, cicheti e specialità tipiche  veneziane a scelta in Campo Santi Giovanni e Paolo.
Prosecuzione della visita arrivando a Campo dei Gesuati e Campo S. Maria Nova, dove possiamo ammirare il retro dell'abside della chiesa di S. Maria dei Miracoli. Attraversiamo Calle Barbaria de le Tole e passeggiamo per il cuore del sestiere di Castello, dalla Chiesa di San Francesco della Vigna fino a Campo S. Martino e alla Porta di Terra dell'Arsenale con i due leoni a lato della gradinata. Conclusione del tour in Via Garibaldi per un'altra sosta in un autentico bacaro, per riposarci gustando qualche specialità dolciaria e un buon caffè. 
 



Contattaci

Per informazioni su viaggi ed offerte in Italia, programmazione itinerari ed escursioni per agenzie viaggi, pacchetti turistici per individuali, servizi guidati in città d'arte per gruppi, compilate il modulo di contatto:

Richiedi informazioni per:




   Privacy *
Acconsento al trattamento dei dati personali

Newsletter

Contacts

Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy.
Chiudendo questo banner con la crocetta o cliccando su "Rifiuta", verranno utilizzati solamente cookie tecnici. Se vuoi selezionare i cookie da installare, clicca su "Personalizza". Se preferisci, puoi acconsentire all'utilizzo di tutti i cookie, anche diversi da quelli tecnici, cliccando su "Accetta tutti". In qualsiasi momento potrai modificare la scelta effettuata.